FR  DE  EN  IT
Menu

La valle della Lizerne

Lato destro della valle di Derborence.

Isières

Si tratta di una terrazza sopra Ardon, un tempo zona di mayens riservati alla pastorizia, oggi area di vigneti soleggiati, circondati da boschetti di caducifoglie e da foreste di conifere. Salendo si raggiunge il Mayen de la Montau, una costruzione isolata nel mezzo della radura. Ad ovest un sentiero forestale ci conduce a la Routia, dove la vista sulla regione di Chamoson è spettacolare. È possibile proseguire verso l’alto in direzione del pittoresco alpeggio di Vertsan.

Il sentiero principale lascia Montau per entrare nella valle della Lizerne. Questa strada forestale, interrotta da torrenti nei quali in inverno ed in primavera s’intrufolano le valanghe, offre un carattere selvaggio ed una flora particolare a tutta la regione.

Proseguiamo in seguito attraverso i mayens de l’Airette, luogo da dove parte il sentiero per l’alpeggio d’Einzon e per l’Itre du Bouis. Dai mayens de la Grandzeu (radura della foresta o grande foresta), il sentiero forestale diventa un sentiero che si fa strada attraverso precipizi e foreste, prima d’arrivare a Derborence.

Alpeggio d’Einzon

Il circod’Einzon di circa 1 km di diametro si presenta come un semicerchioche offre un panorama unico sulla valle del Rodano e su quella della Lizerne. Il suo alpeggio è sempre in attività e si trova ad un’altitudine di 1680 m.

L’Itre du Bouis

 A 2000m d’altitudine, al di sopra delle stalle d’Einzon, troviamo l’Itre du Bouis. Questa capanna con muri a secco edun tetto di pietre piatte, era allo stesso tempo un locale per la produzione di formaggio, una cucina ed un dormitorio per i pastori. Questa costruzione, prezioso testimone del passato, è stata rinnovata e riportata allo statoantico dal comune d’Ardon, nel quadro della protezione del patrimonio regionale.